logo-monade

Sviluppo

Impariamo, insegnamo, condividiamo

Impara le ultime tendenze del digitale

Eventi, conferenze e incontri speciali

Blog

Come Calcolare il ROI del tuo Software Personalizzato

roi-software

Investire in un software personalizzato è una decisione strategica, che pone i professionisti di fronte a molteplici dubbi amletici, primo tra questi se si sia certi o meno che il software personalizzato in questione porti benefici al proprio business.

La risposta è semplice: basta calcolare il ROI.

Calcolare il Return on Investment (ROI) è infatti cruciale per valutare l’impatto finanziario del tuo progetto software. Il nostro articolo ha quindi l’obiettivo di fornirti una guida dettagliata su come calcolare il ROI del tuo software personalizzato e verrà strutturato in questo modo: 


Return of investment software customizzato

Cos’è il ROI?

Il ROI (Return on Investment) per un software personalizzato rappresenta la misura finanziaria che valuta la redditività di un investimento del progetto: questa metrica, infatti, indica se l’investimento è stato profittevole o meno confrontando i guadagni derivati dal software con i costi associati allo sviluppo, all’implementazione e alla manutenzione dello stesso.

In un contesto come il nostro, il ROI è calcolato considerando i benefici diretti e indiretti generati dal software e confrontandoli con l’ammontare totale dei costi.

I benefici, come vedremo in seguito, possono includere l’aumento delle vendite, la riduzione dei costi operativi, l’efficienza operativa migliorata e altri vantaggi derivanti dall’utilizzo del software.
D’altro canto, i costi comprendono non solo lo sviluppo iniziale, ma anche la manutenzione continua, l’implementazione e altri costi associati.


Perché è utile?

I motivi che rendono essenziale valutare il ROI del progetto di sviluppo del software personalizzato sono molteplici. Vediamo insieme alcuni:

1. Ti aiuta a decidere se puoi considerare ulteriori sviluppi della tua soluzione software.

2. Ti consente di calcolare i costi totali di proprietà, offrendo una visione completa dei tuoi rendimenti nel tempo dello sviluppo software.

3. Ti agevola fornendoti un’idea dei potenziali rischi finanziari, orientandosi verso una mentalità più adatta ad affrontare le sfide di mercato.

4. Ti offre una visione approfondita su come lo sviluppo di software personalizzato influirà positivamente sulle finanze aziendali. In questo modo, puoi presentare la proposta con fiducia agli stakeholder.


Qual è il processo che porta al calcolo del ROI?

In breve, per misurare il ROI le fasi sono queste:

  1. Definisci i costi: nella prima fase, considera tutte le spese dirette e indirette, dallo sviluppo alla manutenzione.
  2. Calcola i benefici tangibili: in seguito, quantifica i benefici finanziari diretti, come l’aumentare delle vendite o i risparmi effettivi.
  3. Stima i benefici intangibili: riconosci poi i vantaggi non monetari, come un’esperienza utente migliorata.
  4. Esegui il calcolo: infine, utilizza le informazioni raccolte per calcolare il ROI e interpreta i risultati per determinare la fattibilità finanziaria del progetto.

Esaminiamo ora ogni fase nel dettaglio.


Calcolo dei Costi

I principali costi da considerare nella misurazione dell’ROI di un progetto di software personalizzato includono:

  1. Costi hardware: innanzitutto, bisogna ricordarsi di includere l’acquisto di un eventuale hardware aggiornato che sia in grado di supportare il nuovo software personalizzato. È quindi fondamentale calcolare accuratamente i costi di acquisto e di manutenzione a lungo termine.
  2. Costi di implementazione: l’implementazione del software può essere costosa per diverse ragioni, quindi le aziende dovranno considerare i costi associati alla migrazione dei dati, l’eventuale risoluzione di problemi durante l’implementazione e il tempo dedicato al passaggio massivo al nuovo sistema, oltre che ai costi di eventuali sovraccarichi operativi.
  3. Costi di formazione: il nuovo software comporta comunemente costi di formazione e bisogna ricordarsi che eventuali profitti potenziali derivanti dal nuovo sistema verrebbero persi senza un insegnamento adeguato.
  4. Costi di supporto: in generale, i costi di manutenzione e supporto del software personalizzato corrispondono a circa il 20% del costo iniziale di sviluppo: questo influisce sul reddito netto annuale, quindi è essenziale tenere questo fattore presente nei calcoli medi del ROI.

Costi di sviluppo del software personalizzato

Calcola i potenziali benefici tangibili

Quando si calcolano i benefici tangibili, bisogna considerare i seguenti fattori:

  1. Aumento delle vendite o delle entrate: questo aspetto è cruciale per le applicazioni mirate a potenziare i processi di vendita, come le piattaforme di e-commerce o i sistemi CRM e si traduce nella variazione delle cifre di vendita prima e dopo l’implementazione del software personalizzato.
  2. Riduzione dei costi: il software personalizzato potrebbe essere in grado di automatizzare attività ripetitive, riducendo la necessità di manodopera e minimizzando gli errori umani. Meno errori, infatti, si traducono in costi ridotti per la correzione degli stessi e questo è particolarmente evidente in settori che richiedono processi dettagliati e complessi, come la gestione logistica o la produzione.
  3. Aumento della produttività: l’ottimizzazione dei processi attraverso il software personalizzato porta a un risparmio di tempo significativo. Questo tempo risparmiato può essere reinvestito in attività più strategiche, consentendo una maggiore produttività senza l’esigenza di aumentare le dimensioni del personale.
  4. Scalabilità e potenziale di crescita: il software custom è progettato per adattarsi alle esigenze specifiche dell’azienda, consentendo una crescita graduale ed efficiente; questo può includere la gestione di un maggior numero di clienti, l’introduzione di nuovi prodotti o servizi, il tutto senza un aumento proporzionale dei costi operativi. La scalabilità è fondamentale, specialmente per le aziende in crescita rapida o in settori dinamici in cui la flessibilità è un vantaggio competitivo.

Stima i benefici intangibili

Anche se non si traducono direttamente in valore monetario, i benefici intangibili possono generare impatti significativi a lungo termine. Alcuni di questi benefici includono:

  1. Miglioramento dell’esperienza utente (UX): un aumento della soddisfazione dell’utente, infatti, contribuisce a incrementare la fedeltà dei clienti e le raccomandazioni e, in generale, è in grado di prevenire perdite di entrate significative.
  2. Miglioramento delle capacità decisionali: strumenti o analisi personalizzati forniscono una base per decisioni commerciali più informate, mentre l’accesso a dati accurati e contestualizzati può portare a strategie più mirate e risposte più tempestive alle dinamiche di mercato.
  3. Migliore analisi e conoscenza dei dati: strumenti avanzati di analisi dei dati offrono approfondimenti più dettagliati sul comportamento dei clienti, sulle loro preferenze e sulle tendenze di mercato. Queste informazioni possono essere utilizzate per adattare le strategie di marketing, migliorare i prodotti e identificare nuove opportunità di crescita.
  4. Miglior reputazione del brand e fiducia del cliente: un software personalizzato, affidabile e innovativo contribuisce a consolidare l’immagine di un marchio, creando fiducia tra i clienti. Un’immagine positiva, infine, può influire sulla scelta dei consumatori e favorire relazioni a lungo termine con la clientela.

Esegui il Calcolo

Così come i costi per ogni progetto software differiscono anche il ROI varia, ma è comunque possibile seguire un metodo standard di calcolo dello stesso che comprende tutti i componenti rilevanti e necessari per fornirti la visione più accurata possibile dell’investimento fatto. 

La formula più comune è il reddito netto diviso per il costo totale dell’investimento, quindi

La formula del ROI (Return on Investment) è:

[(Guadagno netto dall'investimento - Costo dell'investimento) : (Costo dell'Investimento) ] x 100 

Dove:

  • Guadagno netto dall’Investimento: rappresenta i benefici totali ottenuti dall’implementazione del progetto, inclusi i benefici tangibili e quelli intangibili.
  • Costo dell’investimento: include tutti i costi associati allo sviluppo, all’implementazione e alla manutenzione del progetto visti prima.

Il risultato viene infine moltiplicato per 100 per ottenere la percentuale effettiva del ROI: oltre il 100% significherà che il tuo software personalizzato ha generato profitto; sotto il 100%, invece, corrisponderà ad una perdita.


Potenziali insidie nella misurazione del ROI

Ora esaminiamo alcuni errori comuni che possono distorcere la stima del ROI:

  1. Sovrastimare i benefici: l’entusiasmo è una componente naturale quando si avvia un nuovo progetto, ma un’eccessiva fiducia può portare a previsioni inaccurate del ROI. Alcune cause nello specifico sono:
    • Proiezioni irrealistiche: in alcuni casi, le aziende potrebbero ipotizzare un aumento delle vendite o altri benefici in modo più rapido o sostanziale di quanto sia realistico.
    • Eccessiva fiducia in scenari ottimali: una pianificazione basata solo su scenari ottimali, trascurando risultati medi o peggiori, può portare a aspettative distorte.
    • Ignorare i fattori esterni: cambiamenti di mercato esterni, modifiche normative o azioni concorrenziali possono influenzare i benefici previsti del software personalizzato e non tenerne conto può portare a sovrastimazioni.
  2. Ignorare i benefici intangibili.
  3. Sottostimare i costi: così come sopravvalutare i benefici può essere problematico, anche sottovalutare i costi può risultare altrettanto dannoso per il calcolo del ROI. È pertanto essenziale cercare eventuali costi “nascosti” (ossia spese non immediatamente evidenti, come costi aggiuntivi per licenze, consulenze o imprevisti che richiedono risorse extra) e incrementare le stime per includere le spese legate a eventuali ritardi o modifiche di progetto.
  4. Non considerare i ritardi: i ritardi possono aumentare i costi in termini di ore di lavoro aggiuntive, possibili penali o opportunità perse.
  5. Scope creep: un’espansione dello scopo del progetto senza aggiornare le proiezioni di bilancio può generare costi superiori alle aspettative.


In conclusione…

Calcolare il ROI per lo sviluppo di un software personalizzato è cruciale per i dirigenti e i responsabili decisionali. Abbiamo poi capito che la formula standard del ROI offre una visione precisa degli investimenti, ma è fondamentale considerare anche i benefici intangibili come l’immagine del brand, la soddisfazione dei dipendenti, e il miglioramento delle relazioni con gli stakeholder.

Infine, è essenziale essere consapevoli di potenziali insidie, come il sovrastimare i benefici e l’ignorare le dinamiche di mercato in evoluzione.