logo-monade

Sviluppo

Impariamo, insegnamo, condividiamo

Impara le ultime tendenze del digitale

Eventi, conferenze e incontri speciali

Blog

Inizia il Tuo Prodotto Con l’Agile Inception Deck

agile-inception-deck_new_cover

Nel mondo dello sviluppo software, l’avvio di un nuovo progetto può essere tanto eccitante quanto drammatico. La chiarezza degli obiettivi, l’allineamento del team e la definizione di una roadmap chiara sono fondamentali per il successo, ma è sempre complesso allinearsi in modo efficiente e chiaro su questi punti.

Come partire quindi nei migliore dei modi quando si è in procinto di sviluppare un nuovo prodotto?
È qui che entra in gioco l’Agile Inception Deck.

  1. Cos’è l’Agile Inception Deck?
  2. 5 ragioni per adottare il Deck
  3. Le 10 Domande del Deck
  4. Come Implementarlo nell’agile workflow?


Cos’è l’Agile Inception Deck?

L’Agile Inception Deck è uno strumento di allineamento e pianificazione che si apprestano a intraprendere nuovi progetti software. Nato dalla necessità di garantire che tutti i membri del team e gli stakeholder condividano una comprensione comune degli obiettivi, delle priorità e delle aspettative del progetto, l’Agile Inception Deck si articola in una serie di workshop interattivi.

Questi workshop consistono in un totale di 10 sessioni interattive, focalizzate su specifici esercizi e attività. Ogni incontro ruota intorno ad una domanda, che serve a facilitare discussioni approfondite su vari aspetti del progetto, dalla visione e scopo fino alla mappatura delle parti interessate e alla definizione di obiettivi specifici.

In sostanza, l’Agile Inception Deck funge da catalizzatore per trasformare un’idea iniziale in un progetto strutturato e ben definito, pronto per essere sviluppato con successo seguendo i principi agili.


5 ragioni per adottare il Deck

Utilizzando l’Agile Inception Deck, si possono ottenere i seguenti benefici:

  1. Allineamento del Team
    Garantisce che tutti i partecipanti comprendano la visione e gli obiettivi del progetto, prevenendo disallineamenti.
  2. Definizione degli Obiettivi
    Aiuta a stabilire obiettivi SMART chiari e condivisi, fondamentali per la guida del progetto.
  3. Identificazione dei Rischi
    Consente la precoce identificazione e mitigazione dei rischi, riducendo potenziali ostacoli.
  4. Ottimizzazione delle Risorse
    Facilita la pianificazione, assicurando un utilizzo ottimale del tempo e del budget.
  5. Promozione della Collaborazione
    Incoraggia la collaborazione e la comunicazione aperta tra i membri del team e gli stakeholder.

Questo processo collaborativo non solo migliora la comunicazione e la comprensione tra i membri del team ma assicura anche che il progetto sia impostato su solide fondamenta, con una roadmap chiara e condivisa fin dall’inizio.


Le 10 Domande del Deck

Ecco qui le dieci domande fondamentali attorno alle quali si articola l’Agile Inception Deck.
Ciascuna di queste domande è progettata per guidare i partecipanti attraverso una riflessione critica.

  1. Perché siamo qui?
  2. Perché non comunicare solo ciò che conta?
  3. Perché non creare una Product box?
  4. Cosa NON c’è da fare?
  5. Conosciamo i nostri vicini?
  6. Qual è la possibile soluzione?
  7. Cosa può farci stare svegli la notte?
  8. Qual è la dimensione dell’iniziativa?
  9. Su cosa è possibile trattare?
  10. Quale sarà la prima release

1. Perché siamo qui?

Identifica la motivazione fondamentale dietro il progetto, chiarificando lo scopo e gli obiettivi generali. È essenziale per assicurarsi che il team e gli stakeholder siano allineati sul “perché” del progetto, garantendo che ogni sforzo contribuisca a raggiungere un obiettivo comune che sia di valore per l’organizzazione e per gli utenti finali.

Esercizio Correlato
Organizza una sessione di brainstorming con tutti i membri del team e gli stakeholder chiave. Utilizza tecniche come il ‘5 Whys‘ per scavare in profondità nelle motivazioni del progetto. Documenta la visione condivisa e crea un manifesto del progetto che riassuma lo scopo in una dichiarazione concisa.


2. Perché non comunicare solo ciò che conta?

Invita il team a concentrarsi sull’essenziale, eliminando il superfluo e assicurando che ogni comunicazione sia pertinente e di valore. L’obiettivo è garantire che le informazioni condivise siano direttamente collegate agli obiettivi del progetto, migliorando così la chiarezza e l’efficienza della comunicazione interna ed esterna.

Esercizio Correlato:
Svolgi un workshop per creare un ‘Elevator Pitch’ del progetto utilizzando la seguente struttura:

Per… (gruppo di riferimento)
Chi/che… (necessità)
Il prodotto… (nome)
Che porta a… (principale vantaggio, motivo di attrazione)
A differenza di… (principali alternative concorrenti)
Il nostro prodotto offre… (principali differenziazioni)

Questo esercizio aiuta a cristallizzare il valore del progetto in poche frasi incisive, facilitando la comunicazione con stakeholder e team.


3. Perché non creare una Product box?

La creazione di una “Product Box” è un esercizio di immaginazione che aiuta il team a visualizzare il prodotto finito come se fosse già sul mercato. Questo esercizio aiuta a identificare quali caratteristiche del prodotto sono considerate più importanti e attraenti per gli utenti finali.

Esercizio Correlato:
Organizza un workshop in cui i membri del team progettano la scatola del prodotto. Fornisci a ciascuno carta, pennarelli e altri materiali di cancelleria. Chiedi loro di disegnare la scatola del prodotto includendo il nome del prodotto, le sue caratteristiche principali, i benefici per l’utente e qualsiasi altro elemento distintivo.

Agile Deck

4. Cosa NON c’è da fare?

Identificare ciò che NON sarà fatto è tanto importante quanto definire ciò che si farà.
Questa domanda aiuta a stabilire confini chiari per il progetto, evitando la dispersione di risorse in attività non allineate con gli obiettivi principali e mantenendo il focus sulle priorità.

Esercizio Correlato:
Conduci una sessione di brainstorming con il team per elencare tutte le funzionalità, attività e obiettivi che sono stati considerati ma che saranno esclusi dallo scopo del progetto. Al termine, discuti le ragioni dietro ogni esclusione per assicurare che tutti siano d’accordo e comprendano le motivazioni. Documenta le decisioni per riferimenti futuri e per comunicare chiaramente gli ambiti del progetto agli stakeholder.


5. Conosciamo i nostri vicini?

Invita il team a esplorare e identificare gli stakeholder chiave e altre parti interessate al progetto, compresi i concorrenti, i partner e i fornitori. Comprendere chi sono “i vicini” permette di anticipare le loro esigenze e come le loro azioni potrebbero influenzare il successo del progetto.

Esercizio Correlato:
Utilizza una lavagna o un software di mappatura online per identificare e categorizzare tutte le parti interessate rilevanti per il progetto. Per ogni stakeholder, discuti il loro livello di interesse, le aspettative e come intendi coinvolgerli nel progetto. Questo esercizio aiuta a creare una strategia di comunicazione e coinvolgimento su misura per ciascun gruppo di stakeholder.

Agile Deck

6. Qual è la possibile soluzione?

Questa domanda spinge il team a pensare in modo creativo e pratico alle soluzioni che possono essere implementate per risolvere i problemi identificati o per cogliere le opportunità. Si tratta di un momento cruciale per generare idee e valutare le opzioni disponibili, considerando la fattibilità, l’impatto e l’allineamento con gli obiettivi del progetto.

Esercizio Correlato:
Conduci una sessione di brainstorming focalizzata sulle soluzioni. Incoraggia il team a pensare liberamente e a proporre qualsiasi idea, indipendentemente dalla sua fattibilità immediata. Successivamente, utilizza tecniche come il voting dot o la matrice di priorizzazione per valutare e selezionare le soluzioni più promettenti. Documenta le idee scelte e sviluppa un piano preliminare per la loro implementazione.


7. Cosa può farci stare svegli la notte?

Questa domanda affronta direttamente i rischi e le preoccupazioni che potrebbero minacciare il successo del progetto. Identificare questi fattori in anticipo consente al team di sviluppare strategie di mitigazione e di essere preparati ad affrontare eventuali sfide.

Esercizio Correlato:
Chiedi a ciascun membro del team di scrivere le proprie preoccupazioni su post-it o in un documento condiviso. Raggruppa le preoccupazioni simili e discutile come team per valutare la loro probabilità e impatto. Per ogni rischio identificato, sviluppa un piano di mitigazione o un piano di contingenza. Questo processo non solo riduce l’ansia legata all’incertezza ma rafforza anche il senso di preparazione e resilienza del team.


8. Qual è la dimensione dell’iniziativa?

Cerca di valutare l’ampiezza e la complessità del progetto, aiutando il team a comprendere la portata del lavoro da svolgere. Determinare la dimensione dell’iniziativa è fondamentale per pianificare risorse, tempo e budget in modo adeguato.

Esercizio Correlato:
Effettua una sessione di planning poker per valutare la dimensione di ciascuna feature o componente del progetto. Questo può essere fatto elencando tutte le funzionalità previste e assegnando loro una dimensione relativa (ad esempio, piccola, media, grande) o utilizzando unità di misura standard come i story point.

Agile Deck

9. Su cosa è possibile trattare?

Incoraggia i partecipanti a identificare aree di flessibilità nel progetto, dove compromessi e negoziazioni possono essere possibili per ottimizzare la consegna senza compromettere la qualità o gli obiettivi principali.

Esercizio Correlato:
Utilizza un approccio come il MoSCoW (Must have, Should have, Could have, Won’t have this time) per classificare le funzionalità, le sub funzionalitò e gli obiettivi del progetto. Questo aiuta a identificare quali elementi sono essenziali per la prima release e quali possono essere posticipati o modificati per rispondere a vincoli di tempo, budget o risorse.


10. Quale sarà la prima release?

Definire cosa sarà incluso nella prima release del prodotto è cruciale per concentrarsi sulle priorità e garantire una consegna tempestiva che fornisca valore agli utenti finali. Questa domanda aiuta a stabilire un obiettivo chiaro e raggiungibile per il lancio iniziale.

Esercizio Correlato:
Effettua un workshop di roadmap del prodotto. Partendo dalle funzionalità classificate nell’esercizio precedente, il team deve decidere quali saranno incluse nella prima release. Considera fattori come l’impatto sul cliente, la fattibilità tecnica e l’allineamento con gli obiettivi di business. Crea una timeline visiva che mostri le fasi di sviluppo, testing e lancio, assicurandoti che ci sia un consenso sulle date chiave e sugli obiettivi di ciascuna fase.


Come Implementarlo nell’agile workflow?

Implementare l’Agile Inception Deck nel workflow richiede un approccio strutturato e collaborativo, che inizia con la pianificazione e l’organizzazione dei workshop di inception. Questi incontri sono fondamentali per stabilire una comprensione comune degli obiettivi del progetto, delle priorità e delle aspettative tra tutti i membri del team e gli stakeholder chiave.


Organizza una session per domanda

Il primo passo consiste nell’organizzare una serie di sessioni dedicate a ciascuna delle dieci domande dell’Inception Deck, coinvolgendo attivamente il team di progetto, inclusi sviluppatori, designer, product owner, e stakeholder. Durante questi workshop, è essenziale facilitare una comunicazione aperta e incoraggiare tutti i partecipanti a condividere idee, preoccupazioni e aspettative.


Dalle session alle azioni

Dopo aver completato i workshop, le informazioni raccolte vengono sintetizzate e trasformate in un piano d’azione dettagliato. Questo piano dovrebbe includere una roadmap del progetto, una definizione chiara dei ruoli e delle responsabilità, e una lista di milestone e deliverable.


Rivedi, rifletti, aggiorna

Per integrare efficacemente l’Inception Deck nell’agile workflow, è importante che le decisioni prese e le priorità stabilite durante i workshop siano regolarmente riviste e aggiornate. Ciò significa incorporare momenti di riflessione e adattamento nelle routine agili, come durante le riunioni di sprint planning e nelle retrospettive, per assicurare che il progetto rimanga allineato con gli obiettivi iniziali e si adatti a eventuali cambiamenti nel contesto o nelle esigenze degli utenti.


Come avrai capito, l’implementazione dell’Agile Inception Deck nell’agile workflow è un processo iterativo che richiede impegno, collaborazione e flessibilità. Facilitando una comprensione profonda e condivisa del progetto fin dall’inizio, e assicurando che questa comprensione guidi le decisioni e le attività del team lungo tutto il percorso di sviluppo, i team possono aumentare significativamente le probabilità di successo del loro progetto.